Competizione Calcistica

Quarta competizione europea delle rappresentative calcistiche appartenenti alle minoranze nazionali croate. Leggi tutto »

La Vetrina della Carne

di Daniele Vetta - Castelmauro tel. 3276680793 Leggi tutto »

AIUTA L\\\\\\\\\\\\\\\'ASSOCIAZIONE ISOLA CROATA

CONTRIBUISCI CON UN PICCOLO CONTRIBUTO ALLA CRESCITA DELL\\\\\\\\\\\\\\\'ASSOCIAZIONE ISOLA CROATA DEL MOLISE. Leggi tutto »

Consulenza Informatica

Offri nuovi servizi informatici alla tua azienda, ottimizza i processi e massimizza i profitti. info 3771919053 | federicosibilio@gmail.com Leggi tutto »

Papix Bar

PapixBar Un locale conteso da più anime: arredo da pub, cocktail da American bar, menu da paninoteca... Leggi tutto »

Salf di Stanislao Ludovico

Assistenza Tecnica Caldaie Impianti Idrotermici Sanitari Condizionamento Solare Termico e Fotovoltaico Leggi tutto »

Castelfer Srl

Industria lavorazione ferro per cemento armato Leggi tutto »

 

XII° TORNEO DELL’AMICIZIA

Condividi su :

ROMA 11.02.2017. Le foto su FOTOALBUM

PROGR.ROMA

Condividi su :

SCUOLA CALCIO SI RICOMINCIA

manifesto 2016-17

Condividi su :

ISOLA CROATA PROMOSSA IN I°CATEGORIA

10446681_980731181961773_2505979532233496145_nIsola Croata in Prima Categoria. Partita stupenda, ragazzi stupendi, tifosi stupendi. Stupendo…anzi stupefacente anche l’arbitro che ci ha regalato i tempi supplementari.
Ragazzi, quello che avete fatto è un pezzo di storia del nostro paese, ieri avete scritto una pagina memorabile. GRAZIE A TUTTI.

Condividi su :

SCUOLA CALCIO 2014-2015

MANIFRSTO 2014-2015

Condividi su :

Croatian World Games

croazia_world_games

Condividi su :

Molise–Croazia, pronta per la visita del Presidente della Repubblica, Ivo Josipović

Il Molise pronto ad ospitare il Presidente della Repubblica della Croazia, Ivo Josipović. L’alta visita ufficiale, il prossimo giovedì 5 dicembre.

“Un onore immenso per tutta la nostra Regione”, per il governatore, Paolo di Laura Frattura, evento di assoluto rilievo e di profonda emozione.

“La visita del Presidente Josipović nei nostri tre Comuni di origine croata, Acquaviva Collecroce, San Felice del Molise e Montemitro, – dichiara il presidente della Regione –, è la conferma dell’altissimo interesse che le Istituzioni croate da sempre nutrono per il nostro Molise”.

“Ci prepariamo ad accogliere il Capo dello Stato con una partecipazione assai sentita, tutta proiettata al futuro. Le radici storiche, le tradizioni mantenute, la lingua arcaica vissuta e rinnovata nei nostri centri molisani, non sono soltanto un richiamo al passato. Sono – evidenzia il presidente Frattura –, gli elementi che ci proiettano verso una sempre più convinta condivisione di intenti e interessi con la Croazia. Guardiamo tutti insieme, in particolare con le nostre tre comunità di origine croata, i Sindaci e i cittadini, alla costruzione di un nuovo rapporto fortificato oggi dall’importantissima partecipazione europea che adesso ci avvicina ancora di più”.

“Con la Repubblica della Croazia rafforzeremo i rapporti di una antichissima storia comune, rinnovandoli e potenziandoli nel solco della grande opportunità che si presenta a noi con la nuova programmazione comunitaria”.

Acquaviva Collecroce, San Felice del Molise e Montemitro, nell’ordine, le tre tappe della visita ufficiale del Presidente Ivo Josipović e dell’alta delegazione che lo accompagnerà.

Il Presidente della Repubblica saluterà cittadini, sindaci e amministratori e le associazioni che coltivano la cultura croata con incontri distinti nei rispettivi Caffè Linguistici Letterari dei tre Comuni molisani di origine croata.

Condividi su :

www.isolacroata.it


Sito di informazione per la crescita sportiva-culturale e turistica nel territorio di Acquaviva Collecroce (Kruc) San Felice del Molise (Filic) Montemitro (Mundimitar).

Condividi su :

Donato Manuele : ‘La passione e la volontà non ci mancano’

Entusiasmo, passione e competenza. Sono questi i cardini su cui si basa la scuola calcio Isola Croata del Molise,  solido punto di riferimento  per Acquaviva Collecroce e per i paesi limitrofi. Sempre più genitori infatti non esitano a iscrivere  i propri figli per affidarli alla sapiente formazione dei mister Giovanni Marsilio e Luca Pasciullo. E’ praticamente  una grande famiglia dove tutti si conoscono, dove tutti fanno amicizia, dove imparano a stare insieme e dove tutti  apprendono i primi rudimenti  del gioco del calcio.

donato-manuele

Il presidente Donato Manuele

Nonostante il bacino di utenza  non di certo formidabile,  anche quest’anno saranno ben 5 i settori  che  vedranno la Isola Croata del Molise come protagonista: Giovanissimi Provinciali, Esordienti, Pulcini A, Pulcini B e Primi Calci.

Ad occuparsi dei Campionati Giovanissimi ed Esordienti c’è mister Giovanni Marsilio allenatore Uefa B, che si avvale della collaborazione di Manuele Mattia.  Mister Luca Pasciullo ( Alessio Berardis come collaboratore), istruttore di scuola calcio, cura invece i Pulcini e i Primi Calci.

Dietro tutto questo naturalmente c’è la passione e la determinazione del presidente  Donato Manuele. Che abbiamo intervistato.

 

 

E’ nato tutto per una scommessa, esordisce Manuele.   Nel 2003 portavamo i nostri ragazzi  a Campobasso alle ACLI. Eravamo un bel  gruppetto. Luigi Pasciullo , ex calciatore dell’Atalanta, che all’epoca viveva in Molise, ci fece la proposta di aprire una succursale ad Acquaviva. Cosa che facemmo.

Nel 2006 poi, essendo noi  una comunità a minoranza linguistica, insieme a Montemitro e San Felice,  ci chiamarono dalla Croazia per partecipare alle Olimpiadi Croate, tenutesi nel 2006, manifestazione riservata a tutti le minoranze croate sparse nel mondo. Parteciparvi  è stato bellissimo e facemmo anche un ottimo risultato.  Da lì diventammo poi  Isola Croata del Molise. A tutt’oggi manteniamo vivi e intensi i nostri contatti con la Croazia sia in ambito sportivo che in ambito culturale, grazie anche all’ottimo lavoro svolto dalla nostra consigliera Antonella D’Antuono .

  • Nonostante le difficoltà il vostro progetto continua ad andare avanti. Ed anche bene.

“Quest’anno abbiamo oltre 50  iscritti. Certo ad Acquaviva siamo in pochi ma con l’aiuto dei paesi limitrofi riusciamo sempre a formare un bel gruppo. Mi piacerebbe riuscire a coinvolgere di più i giovani del nostro paese. Sicuramente  faremmo  molto meglio.

Approfitto , prosegue Manuele, per ringraziare di cuore il mio amico Pasquale Zara, che pur vivendo in un’altra nazione è il grande sponsor della nostra scuola calcio. Se possiamo donare ai nostri iscritti 50 kit di abbigliamento il merito è suo.”

  • Gli allenamenti si tengono il mercoledì ed il sabato pomeriggio, presso il campo sportivo e le strutture della palestra  comunale d’ Acquaviva.  L’entusiasmo dei ragazzi è davvero contagioso, specie quello dei più piccini, che vivono i loro primi contatti con il pallone in maniera molto positiva.
giovanni-marsilio-e-luca-pasciullo

Mister Luca Pasciullo e Mister Giovanni Mirsilio

“  Giovanni e Luca sono bravissimi, cosi come Elio Sticca che prepara i portieri. Conoscono bene il loro lavoro. Sono  degli ottimi allenatori e anche degli ottimi educatori.”

  • Nonostante la piccola realtà, a quanto sembra , anche ad Acquaviva si sogna in grande.

“ Il nostro obiettivo è quello di riuscire ad inserire la nostra scuola calcio in un circuito importante, facendolo diventare un punto di riferimento per qualche squadra professionistica.  Tramite sempre il signor Zara Pasquale stiamo avendo contatti con ex calciatori professionisti . Ci proveremo di sicuro. Per Acquaviva sarebbe un traguardo e nello stesso tempo un punto di partenza davvero  fenomenale. ”

                                                                                                                                                                                                                                                                 Vincenzo Gallina

 

 

 

 

 

Condividi su :

DEFIBRILLATORE

consegna defibrillatore

Condividi su :

Christmas Cup 2015

CHRISTMAS CUP – L’ISOLA CROATA VINCE E CONVINCE ???????????????????????????????

20 dicembre 2015.

Bellissima giornata di sport a Montenero di Bisaccia in occasione della Christmas Cup, torneo di calcio a 6 indoor, organizzato dall’ A.S.D. Le Rondinelle.
L’Isola Croata del Molise c’è e si fa notare tra avversarie più blasonate e corazzate. Nonostante numerose assenze, la compagine croato-molisana riesce a partecipare a due dei tre gironi della competizione, di cui due dedicati ai nati nel 2005 e uno ai bimbi del 2006 e 2007, schierando anche i suoi più piccoli campioncini classe 2008 e 2009.
I nostri 8 giocatori in erba hanno affrontato le tre squadre padroni di casa dell’A.S.D. Le Rondinelle, il S. S. Pietro e Paolo di Termoli, la Nuova Turris 1963 di Santa Croce di Magliano e l’abruzzese A.P.D. Quattrocolli, tutte società presentatesi al PalaSport con più di trenta bambini ciascuna. Ma lo spirito della domenica sportiva non è stata dominata dalla competizione bensì da molta gioia e tanto divertimento, che i bambini sono stati capaci di trasmettere a organizzatori, tecnici e genitori.

I risultati non hanno avuto nessun peso, non ci sono state classifiche e punteggi ma solo una grandissima voglia di giocare, di sudare, di correre a più non posso senza fermarsi. E i nostri sono dei campioni in questo, frementi per l’attesa sui gradoni ad ogni turno erano sempre i primi a scendere in campo spogliandosi delle loro tute con grande anticipo. I loro impegno e la loro passione sono la cosa più bella che ci hanno regalato e ne offriamo un assaggio con questa simpatica pagella.

???????????????????????????????

Daniele Fratamico: Il più grande del gruppo, ha saputo infondere sicurezza a tutta la squadra. È stato il più menzionato nel commento tecnico del commentatore in diretta per le sue fantastiche parate, non solo efficaci ma anche plastiche e spettacolari. Subisce pochi goal e si fa notare anche in avanti in qualche partita. ZID (The wall)

Fabrizio Matassa: Mette in evidenza la crescita che ha avuto negli ultimi anni. Schierato in difesa fa reparto da solo. Sa sempre dove posizionarsi, gioca spesso di anticipo e nelle poche uscite imperfette ci pensano i compagni a porre rimedio. Vorrebbe giocare anche in porta e infatti blocca un ottimo pallone con le mani in area di rigore, ma il mister non aveva ancora deciso di accontentarlo facendogli infilare i guanti. Lotta, si fa male, si rialza. MORDŽA (Roccia)

Simone Miletti: La forza esplosiva è ciò che lo caratterizza. Porta a casa una serie incredibile di intercettazioni a buon fine. Quando non riesce a sradicare la palla all’avversario sai che quest’ultimo si ritroverà comunque a terra senza palla. Non disdegna le incursioni in attacco e firma una delle vittorie con un bel goal. MALI VELKI LJUD (Piccolo gigante)

Jacopo Vetta: Apre i giochi con il primo goal nella prima vittoria. Percorre tutta la fascia sinistra senza fermarsi mai. Parte da dietro saltando spesso chi si trova di fronte con facilità, regala spettacolo con tunnel e cross al bacio. In difesa sempre pronto a recuperare sui propri errori e su quelli degli altri. ZBIJAN (Inarrestabile)

Federico Liscia: Ottimo raccordo tra difesa e attacco, si piazza a centrocampo con maestria, pronto a far salire la squadra quando serve. Lotta su tutti i palloni e gli avversari per fermarlo sono costretti al fallo più volte. Un occhio nero non riesce di certo a bloccarlo. Manca l’appuntamento con il goal a cui ci ha abituato, ma in questa domenica il lavoro sporco tocca a lui. VELKI SRC (Generoso)

Lorenzo Sticca: La squadra lavora per lui e lui ripaga segnando per la squadra. Ogni vittoria è firmata da un suo goal di rabbia o di furbizia e dimostra un particolare feeling con le doppiette. Sa sempre dove posizionarsi per ricevere i suggerimenti dei compagni e se questi non arrivano fa tutto da solo. LISICA (Goleador)

Andrea Blascetta: Scalpita in panchina e quando entra si fa trovare pronto. Copre bene in difesa e prova più volte a sfondare davanti ma si imbatte in colossi più alti di lui. L’unico che comprende le urla di mister Pasciullo in croato-molisano si batte a più non posso contro ogni avversario. SKAKAVAC (Incontenibile)

Cristian Matassa: È il più piccolino del gruppo ma per quanto impegno ci metta non fa sentire la differenza di età. Sicuramente non lo intimoriscono le urla degli avversari. Diligentemente ascolta i consigli del mister e dei compagni. Per movenze ricorda il cugino più grande che ha sempre un occhio di riguardo per lui in campo. Vorrebbe giocare di più, ma verrà il suo tempo. Sappiamo che i geni non mentono. PIPLJA (Pulcino)

???????????????????????????????

Luca Pasciullo, l’allenatore: Pacatezza e serietà sono le caratteristiche che lo contraddistinguono dai suoi colleghi più fortunati in quanto a numero di giocatori da scegliere per schierare la formazione migliore. Gestisce con parsimonia e attenzione i pochi cambi a disposizione per affrontare due gironi con lo stesso organico. Non reagisce alle provocazioni e ai torti arbitrali che pur ci sono stati e invita tutti alla calma. MEŠTAR (Inamovibile)

Alessio Berardis, Mattia Manuele, Oscar Vetta, i vice allenatori: Pronti di primo mattino ad allenare una squadra tutta loro usando gli insegnamenti di Mister Marsilio, si ritrovano senza squadra ma non per questo viene a mancare il loro apporto di sostegno, entusiasmo e fotoreportage per tutta la compagine. Insostituibili, o forse sì. TOVARE STARE (Asini vecchi)

Donato Manuele, il presidente: Guida tutta la spedizione montenerese con il solito spirito ottimista (e tanto di portafogli) soprattutto quando si parla di bambini. Snocciola pronostici e vecchi aneddoti come solo lui sa fare. Porta a casa una grandissima prestazione e tante soddisfazioni che rappresenteranno il futuro dell’Isola Croata del Molise. Ottime le indicazioni stradali per raggiungere il ristorante. DOBAR OTAC (Il padre di tutti)

I genitori: Ultimi ad essere menzionati ma non ultimi in importanza, sono coloro che hanno generato queste piccole creature che ci hanno emozionato e riempito il cuore con la loro spontaneità e freschezza. Ad inizio torneo si posizionano sui gradoni più alti del palazzetto in religioso silenzio a tenere d’occhio i loro piccolini, poi pian piano a suon di vittorie aumenta l’entusiasmo e diminuisce la loro distanza dal terreno di gioco. Finiscono la competizione a bordo campo, pronti ad invadere il campo in occasione della vittoria finale per abbracciare orgogliosi i loro campioncini. VESELI (Entusiasti ed entusiasmanti)

IMG-20151221-WA0007

Condividi su :

Isola Croata del Molise 2 – 0 Ururi (cat.Esordienti)

Isola Croata del Molise 2 – 0 Ururi
18/12/2015, Acquaviva Collecroce, categoria esordienti.

S’impongono per 2 a 0 gli esordienti guidati da Mister Marsilio. Il regolamento prevede la suddivisione della gara in 3 tempi di gioco e il risultato che ne deriva è così suddiviso:
I TEMPO: Isola Croata del Molise 1 – 0 Ururi
II TEMPO: Isola Croata del Molise 0 – 0 Ururi
III TEMPO: Isola Croata del Molise 1 – 0 Ururi

Ottima quindi la prestazione dei ragazzini classe 2005, 2004, 2003, che portano a due le vittorie in questo torneo.
Di seguito le foto dell’incontro disputato:
Foto1   Foto2   Foto3   Foto4   Foto5   Foto6   Foto7   Foto8   Foto9   Foto10   Foto11   Foto12   Foto13

Condividi su :

Fiamma Larino 1 – 0 Isola Croata del Molise

Fiamma Larino 1 – 0 Isola Croata del Molise.

Formazione: Larino - Isola  Sabato 12/12/2015
A Larino l’Isola Croata cerca il riscatto dopo alcune prestazioni negative dettate da sviste arbitrali e poca concentrazione da parte dei giocatori.
Berardis si fa male durante il riscaldamento, il mister Giovanni Marsilio decide di sostituirlo con Trolio.
La partita inizia nel verso giusto per l’Isola, sono Tomizzi e Pasquarelli Mariano a divorarsi le prime occasioni.
Annullato ingiustamente un gol a Moscufo per presunto fuorigioco.
Si va a riposo con il risultato di 0-0. Mister Marsilio decide di non attuare alcun cambio (la panchina è poco folta) e riprende la gara con lo stesso 11 iniziale. Alla ripresa, l’Isola sembra aver lasciato la cattiveria nello spogliatoio e subisce le scorribande degli avversari. Al 15° del secondo tempo, gli avversari passano in vantaggio con una punizione sulla quale Matassa non poteva far nulla. E’ l’episodio che taglia le gambe all’Isola, gli 11 di Acquaviva provano invano a rientrare in partita. Da segnalare l’espulsione di Papiccio che lascia i suoi in 10, per aver reclamato (giustamente) un fallo laterale concesso agli avversari.

 

Pagelle Isola Croata del Molise
1 Paolo Matassa: La carta d’identità dice che gli anni sono 46, ma in campo forse sono meno della metà. Bellissima la parata al 30° del primo tempo, su un veleno tiro dai 25m. Sulla punizione non può far nulla.Grande Tyson Matassa. VOTO 8

2 Andrea Trolio: Il mister lo sceglie per sostituire Berardis infortunato durante il riscaldamento. Nel corso del primo tempo soffre i pochi palloni giocati sulla sua fascìa destra. Ma comunque sempre attento sia alla fase offensiva che alla fase difensiva. VOTO 6

3 Luca Nuozzi: Non al meglio della condizione oggi il nostro Luca, ma riesce comunque a mantenere sempre la posizione, si fa vedere poco in attacco e quando è chiamato a qualche intervento difensivo non si tira indietro. VOTO 6.5

4 Mario Matassa: Qualche problemino fisico anche per lui, ma quando scende in campo Matassa dimentica tutti i problemi. Oggi è chiamato a coprire la posizione di difensore centrale, per l’assenza di Sabella), per ora non sembra farlo rimpiangere. VOTO 7

5 Mattia Manuele: Partita pressoché semplice per il capitano, puntuale su tutti i palloni e tutte le chiusure. Preciso nei colpi di testa, gli avversari dovrebbero portarsi dietro una scala. VOTO 7.5

6 Giuseppe Ricciuti: L’ammonizione nei primi minuti di gara gli condiziona un po’ la partita. Ma Giuseppe, nonostante l’età non sia più quella di un ragazzino, spinge per tutti i 90 minuti, e quando c’è da entrare decisi su un pallone non tira di certo indietro la gamba. VOTO 7

7 Marcello Tomizzi: Il CR7 di Acquaviva (ahahahaha), ha in comune con il suo idolo soltanto il numero di maglia. Si divora un gol nel primo tempo che al campetto comunale avrebbe fatto ad occhi chiusi. Leggermente nervoso e infastidito dai troppo richiami dei compagni. Dai Marcello! VOTO: 5.5

8 Nicolino Amoroso: In campo passa i soliti dieci minuti a discutere con l’arbitro. Riceve un cartellino giallo per fallo tattico (ma la palla l’aveva persa lui), salterà la prossima gara con il Colletorto. Ci mancherai Nicò. VOTO 5.5

9 Mariano Pasquarelli: Oggi è chiamato ad indossare la maglia del fratello Guido, assente per infortunio. Predilige la posizione di esterno, ma in attacco ha tutte le armi per far male agli avversari, forse non le sfrutta tutte. VOTO 6.5

10 Moscufo Simone: Nervoso sul finire di gara, forse per i pochi tunnel fatti agli avversari, perde qualche palla, ma quando hai tra i piedi quella giusta la mette dentro. Annullato ingiustamente un suo gol nel primo tempo. Puoi fare meglio Simò. VOTO 6

11 Notaro Massimo: Sfrutta l’occasione concessagli dal mister, lotta quando può a centrocampo, sul finale esce infortunato per un pestone ricevuto. VOTO 6.5

Mister Marsilio: In panchina ha il solo Papiccio disponibile, non può far granché. Sfodera comunque un insolito 4-3-3 dopo essere andati sotto con il risultato, ma a poco è servito. Nessuna colpa sul gol subito. VOTO 7

Pagelle di Alessio Berardis (accettate là dove presente un pò di ironia!)

Condividi su :

SIMONE MOSCHUFO “pensiero”

WP_000750

“SIMONE MOSCHUFO” …L’ISOLA più amata dagli Italiani. Nella partita più importante della stagione, il cuore, la grinta, la voglia di vincere, hanno fatto si che IL SOGNO DIVENTASSE REALTÀ. A inizio stagione nessuno si aspettava questo risultato. Ma partita dopo partita abbiamo capito chi eravamo. Una squadra a COSTO ZERO(dove nessuno ha percepito un solo euro), tutti scendevano in campo per l’amore e la passione di questo sport. SUL CAMPO NON ESISTEVANO FENOMENI O PRIME DONNE, IN DIRIGENZA NON E…SISTEVANO GALLIANI E MOGGI, SIAMO STATI SEMPLICEMENTE UOMINI CHE FANNO PARTE DI UNA FAMIGLIA. LA COLLABORAZIONE DI MISTER, DIRIGENZA E GIOCATORI È STATA COMPATTA. I GENI E GLI “INTENDITORI” DI CALCIO QUI NON ESISTONO. ESISTONO LE PERSONE. Voglio anche sottolineare che una realtà piccola come Acquaviva, affronta anche, con molta professionalità anche la scuola calcio,con le diverse categorie , cosa che non tutti sono in grado di fare. GRAZIE A TUTTI PERCHÈ SONO STATO DAVVERO ALLA GRANDE. GODOOOOOOOOOOOOOOO…. ERAVAMO UN INCUBO PER ALCUNI, ORA SIAMO DIVENTATI REALI.

Condividi su :